dot La terra trema: il terremoto torna in Abruzzo, Romagna e Marche

immagine

Danni, vittime e numerosi dispersi. Questo il bilancio del terremoto di magnitudo 5,8 Richter che ha colpito poco dopo le 3.30 di lunedì mattina l'Abruzzo, con epicentro L'Aquila. Domenica alle 22:20 un'altra cossa di terremoto, di magnitudo 4.6, stavolta con epicentro tra Forlì e Faenza, ha interessato l'Appennino tosco-emiliano.

Uno sciame sismico (così in gergo vengono chiamate le scosse di terremoto che anticipano il sisma di maggiore entità) che è iniziato ieri ed ha raggiunto il suo culmine a L'Aquila. Il primo allarme è scattato attorno alle 22.20 fra le Marche e l'Emilia Romagna. L'epicentro è stato tra i comuni di Forlì, Forlinpopoli, Castrocaro Terme e Faenza. Un sisma particolarmente profondo dal momento che l'ipocentro è stato rilevato a una profondità di 28,2 km. Le propagazioni di questa scossa di terremoto sono state avvertite nelle Marche fino ad Ancona.


Situazione drammaticamente più grave invece in Abruzzo dove il terremoto ha fatto tremare la terra alle 3.32 di lunedì mattina. Si tratta di un sisma molto violento pari 5,8 gradi della scala Richter con epicentro a 10 chilometri da L'Aquila e con ipocentro ad una profondità di 8.8 chilometri. Questa seconda scossa è stata avvertita nettamente in tutte le Marche. Moltissime le telefonate arrivate ai Vigili del Fuoco anche ad Ancona, Jesi, e dal Fabrianese dove la gente si è svegliata di soprassalto memori del devastante sisma del 1997. Al momento, ad eccezioni di qualche segnalazione di crepe nei muri nella zona di Ascoli, non risultano feriti nè danni particolare.


Nelle zone de L'Aquila e dintorni invece il bilancio cresce di ora in ora. I dati forniti dal ministro Maroni parlano di oltre 92 vittime accertate e di oltre 1.200 feriti ma numerosi restano i dispersi. In Abruzzo di continua a scavare sotto la macerie. Centinaia gli sfollati fatti confluire negli stati cittadini, al momento i luoghi più sicuri dove rifugiarsi. La Protezione Civile, Croce Rossa e Vigili del Fuoco sono a lavoro da mezz'ora dopo la scossa di terremoto. Il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso si sta dirigendo a L'Aquila, così come il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che ha annullato il viaggio istituzionale a Mosca. L'Abruzzo dal 16 gennaio scorso è stato oggetto di continue scosse di terremoto.


di Michele Pinto
vivere.biz/michelepinto
Spingi su!        

 


Commenti

avatar
quilly - utente Vip
Scossa di magnitudo 6.9 della scala Richter nella notte localizzata nell'Appennino Abruzzese 6 km a Ovest di L'Aquila.<br />
La scossa è stata nitidamente avvertita anche a Roma dove la gente si è riversata in strada e a Senigallia con un movimento ondulatorio molto intenso della durata di almeno dieci-quindici secondi.
06/04/2009 04:30
Anonimo
Veramente forte a Senigallia ,tanto da svegliari nel cuore della notte .
06/04/2009 04:47
avatar
pincopallo_it - utente Vip
Ha fatto danni a Senigallia ?
06/04/2009 08:30
guscon@libero.it
quando aime accade e' stato accertato che il posto piu sicuro, per ripararsi e' sotto l'arco delle porte
06/04/2009 08:41
Anonimo
davo il latte a mio figlio verso le 22:30 ed ho sentito il letto che si muoveva.......<br />
<br />
verso le 3:30 circa un'altra scossa si è sentita molto bene
06/04/2009 09:04
avatar
Mauri - utente Vip
piccola informazione: ero in giarino, tra le 19,30 e le 20, ho avuto la percezione che c'èra qualcosa di strano, in tutta la vallata ( abito in campagna) per circa dieci minuti tutti i cani dalle case vicine abbiaiavano o ululavano.<br />
Non ho sentito nulla ma sinceramente ho pensato al terremoto.
06/04/2009 09:32
michele
Commento Sconsigliato Leggilo comunque»
06/04/2009 14:04
maurizio
Commento Sconsigliato Leggilo comunque»
06/04/2009 15:39
avatar
Dalle 3 eravamo svegli e sinceramente non abbiamo sentito niente.<br />
Alle 7 di mattina passato con autobus a L'Aquila e viste case demolite, ponti dissestati e gente nelle strade.<br />
Ci fermiamo in un autogrill (poi ci accorgeremo che era chiuso perchè crollato) e non facciamo in tempo a scendere che ci vengono offerti cornetti convinti che eravamo sfollati.<br />
Da Senigallia partiti 30 poliziotti.<br />
Un sentito grazie a tutti i soccorritori.
06/04/2009 17:13
Anonimo
Commento Sconsigliato Leggilo comunque»
06/04/2009 17:33
avatar
melgaco - utente Vip
Commento Sconsigliato Leggilo comunque»
06/04/2009 17:42
avatar
Off - Topic
e come sempre la parola Berlusconi entra in tutte le discussioni
06/04/2009 21:24
Anonimo
Commento Sconsigliato Leggilo comunque»
06/04/2009 21:37
Anonimo
06/04/2009 21:37
Ale
Sono un bambino e non ho mai visto in televisione <br />
delle inmagini cosi raccapriciantial
06/04/2009 21:38
giovanni diop pape seye
Commento Sconsigliato Leggilo comunque»
06/04/2009 22:03
bendelari@tiscali.it
ancora una volta da una tragedia scopriamo l'irresponsabilità di quanti costruiscono solo per profitto .L'Italia è un Paese a rischio sismico e si dovrebbe costruire usando tutti gli accorgimenti tecnoscintifici del caso ed invece. Rispetto alle vittime della tragedia con l'auspicio che chi di dovere impari da questa ennesima tragesia a...ma non mi illudo più di tanto perchè,purtroppo...siamo italiani.Servono fatti non parole
06/04/2009 22:17
avatar
melgaco - utente Vip
Era solo per dire che qualcuno ci pensa prima.<br />
E qualcun altro non ci pensa per niente.
07/04/2009 01:20
alice
Vivo in Ancona e l altra notte alle 3 30 mi e caduto adosso un quadro e diversi oggetti anche quella di oggi si e sentita benissimo sinceramente sono terrorizzata!!!!
07/04/2009 22:49
Anonimo
Commento Sconsigliato Leggilo comunque»
15/04/2009 21:25
gustavo confalone
Commento Sconsigliato Leggilo comunque»
03/05/2009 12:30

Vuoi commentare questo articolo?

Nome e cognome (necessario - In caso di dati falsi o incompleti il commento verrà sconsigliato):

Indirizzo email (necessario):
desidero ricevere la newsletter

Accedi o registrati

Il tuo commento:

CAPTCHA ImageInserire il codice in figura:

Immagine troppo complicata?

qrcode

Edizioni Vivere

No fotoLa tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno aspettando è nella tua tastiera!

VIVERE MARCHE

VIVERE UMBRIA

    VIVERE ABRUZZO

      VIVERE PUGLIA

      VIVERE CAMPANIA

        VIVERE EMILIA ROMAGNA

          VIVERE TOSCANA

            VIVERE VENETO

              VIVERE ROMA

                ARTICOLI PIU' LETTI

                ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

                ICittà
                Imprese Italiane su ICittà